OpenStreetMap

220KM

Mapper since: August 13, 2013 | Contributor terms: Accepted about 1 year ago

Il progetto

Il progetto 220 Km è un viaggio immersivo, un processo di conoscenza ed esplorazione, di ascolto e visione, un percorso progettuale che durerà dieci giorni-notti, uno strumento per far parlare il paesaggio acquatico del fiume Piave attraverso i suoi molteplici livelli di lettura. I partecipanti si trasformeranno nell'occhio e nell'orecchio del fiume, registrando immagini, suoni, tracce, tessendo relazioni reali e virtuali con i luoghi, creando molteplici racconti che saranno elaborati e presentati nella mostra LA PIAVE (8 nov - 1 dic_2013) - Fondazione Benetton Studi Ricerche.

Il progetto è multidisciplinare, unisce arte, paesaggio e nuove tecnologie e si apre alla partecipazione di paesaggisti, geografi, architetti, o artisti di qualsiasi disciplina, dalla scultura alla musica alla fotografia, ai video maker, come agli inventori digitali e sviluppatori di app.

Il viaggio

Si partirà da + 2.037m per procedere sino allo 0 altimetrico. Da Sappada (Monte Peralba), sorgente del fiume Piave, si proseguirà lungo il torrente passando per i laghi di Calalzo di Cadore e gli antichi manufatti di Perarolo, per poi procedere tra i boschi di Codissago. Raggiunto Ponte Nelle Alpi si arriverà all'area pedemontana di Feltre in cui il paesaggio collinare si apre ed il torrente diventa fiume, sino a poter scorgere, al di là degli argini, i vigneti, la campagna veneta che da Valdobbiadene si estende per chilometri fino al medio corso del fiume: Costeggeremo il Montello per poi arrivare al paesaggio dilatato ampio, che contraddistingue il medio Piave, composto da un letto ghiaioso in continuo movimento, sino a Ponte di Piave, luogo in cui iniziano i territori di pesca e navigazione.Da San Donà di Piave si arriverà alla foce del fiume, a Jesolo - Eraclea. Il viaggio si realizzerà attraverso differenti mezzi: a piedi, canoa, bicicletta, barche a gpl (un furgone svolgerà il ruolo di appoggio logistico)